ASSISTENZA: aperto  9:00 - 12:00 | 14:00 - 17:00
tel: 0461 402122 mail: supporto@ies.it
Richiesta informazioni
Contatti
Supporto
Menu

Ecomondo: arrivederci al 2021

News pubblicata il 16 Ottobre 2020
Ambiente e rifiuti Convegno Eventi GIS Innovazione Novità Soluzioni

Un'assenza sofferta ad Ecomondo 2020... Perchè?

Dopo 21 anni di presenza ininterrotta ad ECOMONDO, iniziata con RICICLA, I&S Informatica e Servizi di Trento non partecipa ad ECOMONDO 2020.

La volontà di spiegare una scelta che, per chi conosce I&S (proprietà e staff), comprenderà essere stata difficile. La scelta rappresenta un atto di coerenza che ruota attorno alla parola responsabilità.

I&S: Solidità e Crescita

La mancata partecipazione di I&S nel Padiglione del Trentino, non è legata ad aspetti economici ma ad una scelta sofferta, ponderata e ritenuta strategica nell’interesse dei nostri Dipendenti e dei nostri Clienti; due entità che I&S ritiene patrimonio indiscusso di una azienda di software. Nel periodo di “lockdown” nei confronti dei primi I&S ha chiesto e promesso responsabilità ed ai secondi, con cui ha uno storico e consolidato rapporto di Partnership, ha promesso continuità.

Nella tabella i nostri indicatori economici:

Lockdown e Responsabilità

All’inizio del lockdown la direzione di I&S ha fatto un discorso ai propri dipendenti imperniato su 4 parole chiave: emergenza imprevedibile, fiducia reciproca, responsabilità condivisa, OPPORTUNITÀ per tutti.

Durante il lockdown I&S:

  • non ha interrotto alcuna attività;
  • ha garantito l’assistenza a tutti i clienti;
  • non ha usato la cassa integrazione;
  • ha dato un bonus ai dipendenti;
  • ha assunto 4 nuove persone;
  • ha ampliato gli uffici.

Durante lo stesso periodo I&S ha approfittato per ultimare due importanti commesse ma soprattutto per completare tre operazioni interne ritenute strategiche:

  • l’adozione di nuovi e più efficienti strumenti di gestione della sicurezza del software;
  • l’adozione di nuovo strumenti software per sposare la nuova filosofia di gestione AGILE che è diventata imprescindibile;
  • l’ultimazione dello sviluppo di nuovi moduli software per aumentare il livello di integrazione e dare risposte concrete alle direttive ARERA.

Per concludere

La mancata partecipazione ad ECOMONDO, nel totale rispetto di chi ha fatto altre scelte in un momento di forte incertezza sull’evolversi dell’emergenza COVID, è semplicemente dovuta alla sentita e condivisa responsabilità di non voler mettere a repentaglio l’insieme di tutti gli sforzi fatti fino ad ora dai dipendenti con le loro famiglie e la proprietà i quali, con una forte osservanza delle regole imposte dalla situazione, e forse anche ad un po’ di fortuna, sono riusciti a trasformare un momento di emergenza in nuove opportunità.

Un futuro diverso

Per parlare di OPPORTUNITÀ la nostra esperienza di lockdown ha dimostrato che:

  • lo “smart working” non può essere la soluzione definitiva nemmeno in quelle situazioni (mondo dell’informatica) dove teoricamente sembrerebbe essere possibile; una quota parte di lavoro collaborativo in presenza è una necessità, sia dal punto di vista operativo che psicologico.
  • le “demo remote” sono un valido strumento iniziale di approccio per preparare un incontro in presenza e per successivi approfondimenti di dettaglio; l’incontro in presenza per conoscere le persone con cui ci si impegna reciprocamente è irrinunciabile anche se in qualche caso sostituibile.